Giardino d’Europa e Arboreto del Tesino

Il Giardino d’Europa
 
“Le voci di tutte le epoche si armonizzano nel concerto europeo. Esse si fondano in una tradizione le cui radici sono classiche, ma che si estendono in ramificazioni lussureggianti e folte, una tradizione che ci ispira unendoci”.

De Gasperi pronunciò queste parole in un discorso dal titolo “La nostra patria Europa”. Oggi, il senso di bellezza, di diversità e armonia nell’unità evocato da queste parole prende vita fra le aiuole del Giardino d’Europa De Gasperi di Pieve Tesino, una giovane opera d’arte nella natura, un luogo fisico e mentale in cui ritrovarsi, da affiancare alla visita del Museo Casa De Gasperi.

Il Giardino è un omaggio allo statista e un simbolo dell’Europa unita; con la sua forma ad anfiteatro ricorda il Parlamento e il teatro classico, luoghi che educano i cittadini alla partecipazione. L’ideale di un’Europa unita e democratica è stato infatti il grande sogno di De Gasperi: un orizzonte accogliente, uno spazio di dialogo democratico dove vivere in pace. Ed è questo che il Giardino vuole simboleggiare con la varietà delle sue specie, in una composizione che rispetta l’unicità di ogni pianta nella varietà delle forme e dei colori.

Il progetto ha un valore simbolico anche per il domani. È un elemento che mette in relazione locale e globale, un luogo protetto ma allo stesso tempo aperto sul mondo, in linea con il pensiero di De Gasperi. Il Giardino è un’idea innovativa perché evoca l’ideale dello statista ed è un’immagine viva che propone una sinergia tra essere umano e natura.
 
Non è solo un luogo da ammirare per la sua bellezza, ma anche un ambiente da vivere, teatro di eventi sociali e culturali, luogo di meditazione.

L’Arboreto del Tesino

Un percorso di circa un’ora che si snoda tra boschetti, prati fioriti, torbiere, ambienti naturali ricchi di specie erbacee, arboree ed arbustive; un itinerario ideale sia per gli appassionati di botanica che per i visitatori che desiderano immergersi nella natura.
L’Arboreto del Tesino propone una passeggiata ad anello della durata di circa un’ora e mezza, accessibile a tutti visto il lievissimo dislivello (circa 100 metri).

Attraverso passerelle e percorsi guidati, completi di cartellini e bacheche informative sulle specie presenti, si possono ammirare sia piante tipiche dei boschi di montagna che alberi e arbusti importati dall’estero, come ad esempio gli aceri giapponesi, alcune piante asiatiche e acquatiche oltre ad un orto frutteto dei “frutti perduti”.
Un’area verde di inestimabile pregio, adatta per trascorrere un paio d’ore all’aria aperta.

Il Percorso si snoda a partire dal Centro Visitatori, dove si trova il parcheggio.

Si consiglia un abbigliamento adatto ad una giornata all’aria aperta

L’Arboreto del Tesino si può visitare tutto l’anno: in inverno per una passeggiata con le ciaspole, in primavera ed estate per ammirare la fioritura, in autunno per godere dei colori che colorano le varie specie di alberi e piante.

Da non perdere: le bacheche lungo il sentiero che riportano i testi di “Arboreto Selvatico” dello scrittore Mario Rigoni Stern, che abbinano la natura alla letteratura.

Un omaggio ad Alcide De Gasperi e un simbolo dell’Europa unita: una particolare opera d’arte nella natura accanto alla Casa Museo.

Accessibile a tutti in qualunque stagione